Falterona via Migliari – 2013


Destinazione insolita per gli scialpinisti che può regalare invece neve polverosa. Versione ad anello con discesa di 750 m fino a Migliari, fattibile solo con neve a bassa quota.

p10905941Questa montagna poco frequentata dagli scialpinisti, in alcuni periodi dell’anno ha una neve polverosa di rara qualità, basta saperla cogliere.

loading...

Questo percorso, progettato e prima sperimentato dall’amico Carlo L., parte dalla fonte sopra Castagno d’Andrea, per sentiero, tagliando i tornanti, raggiunge la Fonte del Borbotto, per poi salire direttamente alla vetta del Falterona (3h00’); discesa per il versante nord (impluvio) fino alla Stufa.

La parte più originale e insolita di questo itinerario è la discesa fino a Migliari (858m) (1h40’ dalla vetta) da dove si risale ad una sella (100m di dislivello) rimettendo le pelli, dalla quale si raggiunge un tornante della strada sopra Castagno (1h15’ da Migliari, 2h55’ dalla vetta).

Questa variante di discesa per Migliari è fattibile solo in presenza di buona copertura nevosa fino a bassa quota e consente di fare una discesa continua di oltre 750m di dislivello. La discesa è tutta nel bosco che, esclusa una prima parte breve, non è mai troppo fitto (fustaia). Le condizioni trovate in questa gita (periodo freddo a ridosso di abbondanti precipitazioni nevose) con oltre un metro di neve omogenea mai ventata e in gran parte fresca, ci hanno regalato una discesa da favola. Gita effettuata il 26/2/2013 in compagnia di Carlo, Nelusco e Claudia.

INFORMAZIONI
Partenza:    Castagno d’Andrea (FI)
Data:          
26/02/2013
Dislivello:   
800m
Tempo:      
  salita 3h00′, ritorno 3h00′. Tot. 6h00′
Difficoltà:    
BS
Cartografia: “Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna” Carta escursionistica 1:25.000 ed. Selca – Firenze
Sentieristica CAI Firenze (online)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *