Succiso – 2010


Itinerario poco frequentato che raggiunge la terza vetta per altezza dell’Appennino Settentrionale affrontandolo dal versante meridionale più ripido di quello nord. Gli ambienti attraversati sono molto belli.

Partiamo sci ai piedi dal P.so del Cerreto (1253m); li togliamo per qualche tratto dopo il P.so dell’Ospedalaccio (1292m). Dopo aver scavallato le propaggini del M. Alto, entriamo nel circo sotto il P.so di Pietra Tagliata e il M.Succiso dove ci sono le sorgenti del Fiume Secchia: ambiente veramente molto bello.

loading...

La salita successiva è piuttosto impegnativa per l’orientamento ma anche per alcuni tratti molto ripidi. Sul canale finale, a 20 m dal crinale, siamo costretti dalla neve ghiacciata (nel frattempo da soleggiato è diventato nuvoloso), a mettere i ramponi. Dopo aver raggiunto la vetta del Succiso (2017m) la seguente discesa con gli sci si svolge in un bell’ambiente su neve discreta.
 Gita effettuata il 27/2/2010 con il Gruppo Scialpinistico “A. Bafile” del CAI sez. di Firenze.
Non carico la traccia GPS perchè incompleta.

INFORMAZIONI
Partenza:    P.so del Cerreto (MS)
Data:           27/02/2010
Dislivello:    750m
Tempo:        salita 3h30′
Difficoltà:     OS
Cartografia: “Appennino reggiano, Lunigiana-Garfagnana” (15) 1:25.000 ed. Multigraphic – Firenze
Guide: G.Fabbri, F.Montorsi (2011) “Scialpinismo nell’Appennino settentrionale” ed. L’escursionista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *