Creta Ovest escursioni 1-15/07/2012


Alcune escursioni nella parte ovest di Creta, lungo gole tra cui la più lunga d’Europa e il M. Gingilos (2080m) nel gruppo dei Lefka Ori (Montagne bianche),

Queste escursioni sono state fatte nella parte ovest di Creta, nell’ambito di una vacanza più d’impronta turistica, ma ho deciso di segnalarle perchè sono estremamente belle e, per chi è appassionato di montagna, sono un assaggio di quello che, preferibilmente in mezza stagione (maggio-giugno o settembre-ottobre), sarebbe possibile fare in questa stupenda isola, soffrendo meno caldo e potendo ancora fare tranquillamente il bagno. La guida di riferimento purtroppo è in tedesco come tedeschi sono la maggior parte degli escursionisti che frequentano Creta. Ne esistono anche alcune in inglese, nessuna in italiano. (Vedi anche Creta est).

loading...

6/7/12 – Gole di Samaria (le più lunghe d’Europa): Xiloskalo – Agia Roumeli
XDiciamo prima di tutto che sono molto frequentate in quanto considerate un’attrazione turistica (biglietto €5,00), anche se si procede in autonomia. In alta stagione conviene partire presto per trovare meno gente e soprattutto per limitare il caldo da affrontare. Ho dormito all’albergo “Nea Omalos” a Omalos che è un luogo isolato su un altopiano dove ci sono solo 3 alberghi. Questa è la soluzione più comoda perchè evita di doversi svegliare presto e farsi 1h di bus.

Accompagnati dall’albergatore a Xiloskalo (a 4 Km da Omalos) abbiamo iniziato a camminare alle 7,45 (aprono alle 7,00). L’inizio è in un ambiente montano veramente potente. Si scende velocemente dentro le gole e nella parte più bassa se ne apprezza la verticalità e la strettezza. Già alle 10,45 arrivati al villaggio abbandonato di Samaria il caldo ha iniziato a farsi sentire (anche perchè eravamo scesi molto di quota)  e, dopo una breve sosta, siamo ripartiti per percorrere la parte più stretta delle gole e arrivare verso le 13,20 a Agia Roumeli (16 Km, Tot. 5h25′). Da qui con un traghetto abbiamo raggiunto Soughia e poi con autobus il passo di Petraseli dove ci ha ripreso l’albergatore e riportati a Omalos. Di questo, percorso non riporto la traccia GPS.

7/7/12Xiloskalo (1215m)  – M.Gingilos (2080m)
P1080529Itinerario da non sottovalutare specialmente nella seconda parte dopo il passo a 1750m. Si svolge in ambiente montano. Da Xiloskalo il sentiero sale rapidamente per entrare, con un lungo traversone, nella valle del Gingilos (che è la testata della gola di Samaria). Con una serie di tornanti si sale al passo (si vede il mare) 1h55′.
 
Da qui inizia la parte impegnativa (per un escursionista), che necessita di aiutarsi spesso con le mani . La traccia è segnata bene con la vernice. In 45′ siamo arrivati sulla cima principale del Gingilos (2080m) (2h50′), abbiamo però proseguito per la seconda cima del Gingilos (1980m) che è più bassa ma più spettacolare perchè più a picco sull’area circostante; il panorama è stupendo. Anche questo tratto presenta facili passaggi 20′ (3h10′). Ritorno per stesso itinerario 3h00′ (Tot. 6h10′)
 
10/7/12Gola di Aradena: Finix – Aradena – Gole di Aradena – Spiaggia di Marmara – Finix

L’itinerario è ad anello; siccome il traghettino che fa servizio da Chora Sfakion e porta a Loutro (vicino a Finix) non parte presto, mentre sarebbe necessario per scansare le ore più calde, ho raggiunto Finix in auto da Chora Sfakion (45′); gli ultimi chilometri da Aradena sono su uno sterrato che, senza parapetto e con innumerevoli tornanti, scende vertiginosamente al mare. E’ una strada al limite per una normale auto e quindi la sconsiglio.

Partiti a piedi da Finix alle 8,35 siamo saliti prima a Livaniana e dopo con un lungo traverso siamo scesi all’interno della gola di Aradena. La salita è stata faticosa per il sole, già implacabile e la totale assenza di vento. Abbiamo quindi risalita la parte alta della gola per 25′ fino quasi ad arrivare in corrispondenza del paese abbandonato di Aradena e del suo ponte; poi abbiamo disceso tutta la gola fino al mare (spiaggia di Marmara)  3h00′. L’ambiente è grandioso con bellissime pareti dalle quali abbiamo visto spiccare il volo rapaci (la rara Aquila del Bonelli!?). Nella parte bassa, per superare quelle che sono cascate quando c’è acqua, siamo stati costretti diverse volte ad aiutarci con le mani. Il caldo è diventato opprimente (abbiamo scoperto la sera che aveva fatto 40 °C). Il bagno in un mare bellissimo è stato il degno premio per tanto sforzo. Alle 18,00 abbiamo fatto il tratto lungo costa per tornare a Finix 35′ (ToT. 3h35′).

 
INFORMAZIONI
 
Gole di Samaria
Partenza:    Xiloskalo
Dislivello:    -1200m
Tempo:       Totale 5h25′
Difficoltà:     E
 
M.Gingilos (2080m)
Partenza:    Xiloskalo
Dislivello:    1200m
Tempo:       Totale 6h10′
Difficoltà:     EE
 
Gola di Aradena
Partenza:    Finix
Dislivello:    800m
Tempo:       Totale 3h35′
Difficoltà:     EE
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *